Perché Tapiro onnivoro?

Tutto avvenne anni e anni fa... prima di Striscia... molto prima che il Tapiro diventasse un animale conosciuto ai più grazie alla fama televisiva.
In un momento qualunque, durante un inverno tra il 1990 e il '92..... continua a leggere

Su Apple store

Su Apple store
di Gabriele e Valentina Baldi - Edizioni Alpha Test

Tapiro's urban creations

Tapiro's urban creations
La mia segreta passione per lo shaping....

About Me

Le mie foto
gabribaldi
Sono uno dei tanti che sogna di trasferirsi con tutta la famiglia in un agriturismo immerso nel verde con a disposizione il sole e le onde del mare, strade e sentieri per bici da corsa e MTB, il vento per la barca a vela, l'ombra degli ulivi, le falesie....
Visualizza il mio profilo completo

Frasi celebri

Cavilla sui tuoi limiti ed essi ti apparterranno (Richard Bach)
Powered by Blogger.
lunedì 9 settembre 2013

Bread Religion - Este (PD) - 8 settembre 2013

Bread Religion, Este (PD), la festa organizzata dal molino Quaglia in onore del pane e del panino.
Un evento che nasce con il duplice scopo di avvicinare il pubblico ad un pane di qualità e di innovare l'universo "panino" tramite il lavoro di alcuni dei migliori professionisti del settore.

15 panini gourmet creati ciascuno da una coppia di cuochi/panettieri (o cuochi/pizzaioli), la piazza centrale del paese, un'organizzazione praticamente perfetta, un bel concerto, anything else?


L'occasione di un corso sulla pizza, presso la scuola del molino Quaglia a partire dal giorno successivo la manifestazione, era troppo ghiotta per non unire utile e dilettevole: corso e festa!


Prenoto ciò che serve, salgo in auto e si parte, 2:40 dopo arrivo in piazza Maggiore ad Este ed è un po' come aver preso l'aereo: pare di essere a Marrakech in piazza Jeema el Fna: 15 bancarelle numerate per i panini più alcune bancarelle di prodotti e di mescita bevande, se sentissi in lontananza la cantilena dei Muezzin che richiamano alla preghiera il deja-vu sarebbe perfetto.







La formula è semplice: ogni consumazione costa € 5,00 (ma è disponibile il pacchetto 3 x 10 € che ovviamente mi accaparro in duplice copia), ogni consumazione vale un panino oppure una birra, facile vero?
Meno facile scegliere quale panino gustare dal momento che 15 sono troppi anche per un tapiroonnivoro molto affamato.
Taglio la testa al toro e decido di assaggiare per primi i panini degli amici presenti:
 Luca Scarcella, Alessandro Spoto, Renato Bosco e Alessandro Lunardi: bancarelle n. 3, 10, 11 e 13.

N. 3 Renato Bosco e Sara Papa
presentano una ciabattina con grano ciabattina di petra con frumento germinato farcita con frittatina, yogurt, misticanza di stagione, cipolla caramellata e sanmarzano confit (mi pare ci fosse anche del peperone)



N. 10 Luca Scarcella e Lello Ravagnan
presentano  un panino vegano fatto con un pane tondo  morbido di Petra9 e farina di piselli germinati farcito con una polpetta di ceci e lenticchie, peperone e maionese vegetale




N. 11 Alessandro Sposto e Eugenio Roncoroni
Piadina di petra con olio evo e farina di grano saraceno germinato farcita con fegatini di pollo speziati, insalata iceberg, senape e salsa thailandese piccante/agrodolce




N. 13 (fate la Ola per favore) Alessandro Lunardi e Pina Toscani
Panino dolce tondo e morbido di farina petra farcito con ricotta gelata, scaglie di pistacchio e profumo d'agrumi




Slurp, arrivati sin qua?
Bene, fate ancora un pezzettino, abbiate pazienza ma mi avanzava un buono :)

N. 7 Simone Padoan e Pietro Freddi

Panino morbido da hot-dog di farina petra con farina di piselli germinati
tonno (crudo), rughetta, cipolla in carpione, alga nori e yogurt alla senape

I più attenti e appassionati di panificazione avranno notato la novità del settore proposta da Quaglia: i legumi e cereali germinati sia interi che in farina, da aggiungere agli impasti. Perchè? Perchè aiutano la fermentazione e soprattutto migliorano il profilo nutritivo del pane con un grande apporto di sali minerali disponibili per l'organismo. Qui trovate qualche info in più: bricks di petraviva.








Sarà che era fine serata e avevo già assaggiato 4 panini salati... ma quello che ha lasciato il segno è stato il 13... un panino dolce di Alessandro Lunardi e Pina Toscani, condito con una sorta di cassata gelata, davvero una goduria :)
Centinaia di persone presenti che a fine giornata hanno consumato più di 2.500 panini segnano il successo di questa manifestazione.
Non so se questo evento si ripeterà negli anni, nel caso... da segnare in agenda, io ci sarò!!



0 commenti:

anche su Profumi dal Forno

e su facebook