Perché Tapiro onnivoro?

Tutto avvenne anni e anni fa... prima di Striscia... molto prima che il Tapiro diventasse un animale conosciuto ai più grazie alla fama televisiva.
In un momento qualunque, durante un inverno tra il 1990 e il '92..... continua a leggere

Su Apple store

Su Apple store
di Gabriele e Valentina Baldi - Edizioni Alpha Test

Tapiro's urban creations

Tapiro's urban creations
La mia segreta passione per lo shaping....

About Me

Le mie foto
gabribaldi
Sono uno dei tanti che sogna di trasferirsi con tutta la famiglia in un agriturismo immerso nel verde con a disposizione il sole e le onde del mare, strade e sentieri per bici da corsa e MTB, il vento per la barca a vela, l'ombra degli ulivi, le falesie....
Visualizza il mio profilo completo

Frasi celebri

Cavilla sui tuoi limiti ed essi ti apparterranno (Richard Bach)
Powered by Blogger.
mercoledì 15 luglio 2009

Perché Tapiro onnivoro?

Tutto avvenne anni e anni fa... prima di Striscia... molto prima che il Tapiro diventasse un animale conosciuto ai più grazie alla fama televisiva.
In un momento qualunque, durante un inverno tra il 1991 e il '92, un mio "amico", in una serata con qualche brindisi di troppo, mi guarda, inizia ridere, mi addita... e mi chiama tapirlongo! (animale comparso su Topolino 1703 del 17 luglio 1988 nella storia "Zio Paperone e i tapirlonghi fiutatori")
Nel giro di pochi giorni questo soprannome ha preso piede, poche settimane dopo si è trasformato nel più corto Tapiro e quest'ultimo negli anni mi è rimasto appiccicato addosso e a Madesimo, dove nacque tutto, ancora oggi c'è chi non sa quale sia il mio vero nome.
Poi Striscia la Notizia si inventò il tapiro d'oro.... e vi lascio immaginare quanti me ne abbiano regalati in questi anni.

Onnivoro?
Perché mi piace tutto, è chiaro!! Non intendo solo in senso gastronomico. Sport, libri, viaggi, tutto mi incuriosisce, tutto voglio approfondire, in ciò che mi piace davvero divento un filino fanatico... ma ve ne accorgerete, buona lettura!

PS: i tapirlonghi, tanto per restare in tema gastronomico, erano imbattibili fiutatori e consumatori di tartufi, di cui ricoprirono letteralmente uno sfortunato e affamato Zio Paperone, caduto in un burrone e rimasto a penzoloni su uno spuntone di roccia, che si ritrovò suo malgrado a consumare pasti da migliaia di $ ciascuno.

0 commenti:

anche su Profumi dal Forno

e su facebook